Elf – Un elfo di nome Buddy

filmovie award 2013 commedia natalizia 150 150x150 Elf   Un elfo di nome Buddy

Elf 01 207x300 Elf   Un elfo di nome BuddyCon l’elfo Buddy si ride parecchio ed anche di gusto, uno straordinario Will Ferrell strappa risate con le lacrime in qualità di protagonista di un film a metà strada fra la commedia natalizia e la comicità demenziale, sostenuto da una magica atmosfera ed un bravissimo Pino Insegno al doppiaggio che non fa rimpiangere di certo l’esplosiva simpatia del protagonista originale: è un film che ci ricorda inoltre da dove veniva il regista Jon Favreau prima di dedicarsi con fortuna alla fantascienza, perchè solo un comico di livello poteva costruire un film dalla portata devastante di risate come questo Elf. Intrufolatosi per sbaglio nel sacco dei doni di Babbo Natale, Buddy cresce al Polo Nord assieme agli elfi, fra le amorevoli cure di Papà Elfo, il meccanico addetto alla slitta: crescendo però le dimensioni di Buddy diventano effettivamente sproporzionate rispetto al resto degli altri elfi, per questo il padre putativo gli confessa la verità, raccontandogli la storia del padre reale, che vive a New York, dirige una casa editrice in pessime acque ed è nelle prime posizioni nella lista dei cattivi. Buddy decide allora di partire alla ricerca del vero padre ed arriverà dopo una lunga camminata a piedi nella grande mela, dove l’atmosfera natalizia lo confonderà abbastanza su quella che è realmente la vita nella grande città: dopo aver trovato il padre ed essersi intrufolatosi nella sua vita, dopo aver trovato lavoro in un centro commerciale mostrando straordinarie abilità nell’allestire i reparti natalizi, Buddy riesce a modo suo e con un’innocente aurea distruttiva a diventare un punto di riferimento per chi gli sta vicino, dal fratellino Michael alla collega Jovie, aiutando anche il padre nel suo incontro/scontro con l’arrogante scrittore Miles Finch, sempre con un tocco surreale mostrato agli altri con una semplicità disarmante. Ma quando su New York si fermerà Babbo Natale al quale verrà riservata un’accoglienza alquanto lontana da quella prevista, solo Buddy avrà le carte in regola per poter salvare il Natale. Commedia a tratti scoppiettante, scavalca i canoni della normale commedia natalizia con fondo sentimentale per portare lo spettatore dentro un turbine comico davvero irresistibile senza appoggiarsi a trovate volgari e battute già viste, di sicuro giova il tocco di un regista mainstream come Jon Favreau che diverte e si diverte, ma fondamentale si rivela la presenza di un protagonista come Will Ferrell, che prende la scena e se ne appropria senza lasciare niente a nessuno, un film che porta il suo nome non solo nei crediti o nei titoli di coda ma ostenta la sua presenza dalla prima all’ultima scena, se non lo avete ancora visto, non perdete tempo che certe risate a Natale non ve l’ha mai regalate nessuno. Film che ho scoperto qualche anno quasi per sbaglio e mai attenzionato particolarmente dalle nostre parti, la storia di Buddy in patria ha avuto un successo tale da generare un musical che sopratutto in questo periodo riempe i teatri fino all’ultimo posto, e che ha visto lo stesso Will Ferrell vestire i panni del protagonista una volta sola in occasione di una rappresentazione benefica.

INFO:
Questo non è lo streaming di Elf – Un elfo di nome Buddy. Condividere link per scaricare film è illegale. Questo sito non è stato pensato per scaricare film, scriviamo solo recensioni.