, , ,

Lo Stato Sociale – Amore, lavoro e altri miti da sfatare

Lo Stato Sociale - Amore, lavoro e altri miti da sfatareEra forse l’album italiano più atteso dell’anno, almeno nel circuito alternativo: il primo ascolto ti lascia perplesso, ma se pensate di poter giudicare Lo Stato Sociale al primo giro di ruota, beh, siete fuoristrada, perché Amore, lavoro e altri miti da sfatare è un album che va vissuto prima che ascoltato, perché certi riff e certe articolazioni ti entrano dentro quando meno te lo aspetti, magari quando pensi che forse questo disco non ti è piaciuto, o forse dopo, alla chiusura definitiva del cerchio, quando sei convinto di averlo giudicato male ma poi ti sei reso conto che pur non essendo ancora il disco “definitivo” de Lo Stato Sociale, Amore, lavoro e altri miti da sfatare non è poi così malvagio rispetto agli altri.

Dicevo che forse il primo ascolto lascia perplessi: le aspettative erano alte, Turisti della democrazia e L’Italia Peggiore hanno dominato le playlist del tuo spotify da un paio di anni a questa parte e adesso hai una voglia matta di incrementarle, e si nota subito che in questo nuovo album c’è palesemente qualcosa di diverso. Poi però scopri ti ritrovi ad ascoltare in loop continuo pezzi come Amarsi Male e Buona Sfortuna, e capisci che dentro la tua testa Amore, lavoro e altri miti da sfatare ci sarà anche entrato in punta di pedi, ma rimane stravaccato con birra e patatine in mano come in un comodo divano senza nessunissima intenzione di andare via.

What do you think?

1 point
Upvote Downvote

Total votes: 1

Upvotes: 1

Upvotes percentage: 100.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%

One Comment

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *