in ,

La banda dei Supereroi

La banda dei SupereroiDal fare il cazzaro in rete ad arrivare al cinema con un film distribuito in oltre cento copie il passo è stato breve per il brillante youtuber Davide Limone (meglio noto come Davidekyo), che dopo aver raccolto una milionata di visualizzazioni con le sue parodie tragicomiche, ha finalmente realizzato il sogno di una vita, che porta il nome de La banda dei Supereroi. Intendiamoci, se al cinema è riuscito ad arrivarci anche Paolo Ruffini, con due film ignobili che hanno comunque guadagnato un botto, perchè non spingere anche un gruppo organizzatissimo di ragazzi emergenti? La banda dei Supereroi ha una componente comica molto più marcata di film come Tutto molto bello, anche se al posto di Pintus ci troviamo un certo Giuseppe Castiglia, cabarettista che per molti potrebbe sembrare un illustre sconosciuto, ma che in realtà dall’altra parte dello Stretto è venerato al pari di Ficarra & Picone. Inoltre Limone è riuscito a mantenere all’interno della vicenda quella componente di genuinità che rende le situazioni più gradevoli da seguire, peccato solo che abbia limitato quella “sicilianità” strabordante che ne ha fatto una star del web, ma che forse qualcuno “nel continente” non avrebbe compreso. La banda dei Supereroi è la storia “quasi autobiografica” di Davide (Davide Limone), un ragazzo che sembrava aver coronato il suo sogno, quello di realizzare un film, ma che di fronte all’out-out della casa di produzione (che pretende la consegna del film entro un paio di settimane) si ritrova senza i fondi necessari per l’ultimazione dei lavori. Non rimane che raccogliere gli amici di sempre ed organizzare la più improbabile Banda di Supereroi della città, puntando come dei novelli Robin Hood sul bottino dei ladri: nel frattempo però Davide proverà ad approfittare della situazione di subbuglio che si viene a creare per ri-conquistare Chiara (Rachele Astuto) la sua ex fidanzata, ritrovandosi in una serie di situazioni paradossali anche per via dell’arzilla nonnina (Angela Troina, la “Favolosa Cubista” già vista in TV). Girato fra Comiso, Ragusa e Roma, La banda dei Supereroi è una sorta di esperimento ben riuscito di provare a realizzare dal basso progetti che poi possono girare il paese, a credere fortemente sulle potenzialità di Davidekyo e del suo cast (rigorosamente pescato in rete) è stato Giovanni Marzagalli in arte John Real, giovane regista catanese classe 1988 che con due horror low-budget come Native e Midway – Tra la vita e la morte ha conquistato l’interesse degli appassionati di mezzo mondo e per il quale tutti prevedono un radioso futuro: nel frattempo si è re-inventato produttore, scommettendo su di un progetto folle quanto assurdo, e forse anche per questo, perfettamente riuscito.

Ancora nessun voto, perché non inizi tu?
Please wait...

Scritto da Ciccio Mangiò

Ciccio Mangiò

Tecnico autodidatta dell'ANAS con tendenze alla critica cinematografica ed alla panza di birra, esperto di tutto, di niente e papà a tempo pieno.

Cosa ne pensi?

0 points
Upvote Downvote

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Buoni a nulla

Buoni a nulla

Dracula Untold