in ,

Gifted – Il dono del talento

Gifted – Il dono del talento segna anche il ritorno al realismo del promettente regista Marc Webb.

Sembra strano vedere un attore come Chris Evans non vestire i panni del Captain America di turno, anche perché considerando la fitta rete di impegni che lo vedono legato alle future produzioni targate Marvel Studios quello che sembra strano è che Evans abbia ancora il tempo di girare altri film: Gifted – Il dono del talento dimostra piuttosto che l’attore americano probabilmente non è ancora pronto a tuffarsi in ruoli che prevedono introspezione ed intensità, perché nonostante la presenza scenica, Chris Evans di certo non brilla in questo dramma umano dalle poliedriche sfaccettature.

Gifted - Il dono del talento - posterGifted – Il dono del talento segna anche il ritorno al realismo del promettente regista Marc Webb, sedotto e abbandonato dal mondo dei comics (è stato il regista del primo reboot di Spiderman targato Sony) ma che vede nei drammi umani la strada che potrebbe portarlo al successo: in questa nuova pellicola ambientata in Florida Webb ci porta dentro il mondo dei piccoli prodigi come Mary (Mckenna Grace), un genio della matematica come lo fu anche la madre morta suicida qualche anno prima e per la quale lo zio nonché tutore Frank (Chris Evans) per rispetto del volere della defunta sorella vuole una vita da normalissima bambina.

 

 

Gifted - Il dono del talento

Purtroppo però non hanno fatto i conti con l’arcigna nonna Evelyn (Lindsay Duncan), per la quale la morte di un “genio” arrivato sul punto di risolvere le equazioni di Navier-Stokes è stata già qualcosa di segnante e vorrebbe che la nipote proseguisse gli studi che si addicono ad un piccolo prodigio della matematica.

Ne consegue una sorta di battaglia legale fatta di colpi bassi e compromessi, un futile tentativo della nonna di aggirare gli accordi ed il colpo di scena finale che mette tutti d’accordo, in una pellicola dal forte impatto emotivo che però non riesce a decollare nei fondamentali.

Gifted - Il dono del talento

E’ molto statico Evans nella sua interpretazione, ma non brilla nemmeno il resto del cast che gli ruota attorno, Webb fa quel che può per supplire a questa evidente carenza strutturale, ma nonostante una mano più che eccellente nel guidare la macchina da presa per Gifted – Il dono del talento non riesce a fare più di tanto e vanifica una scrittura comunque interessante dell’emergente Tom Flynn che se rivista con più attenzione, avrebbe potuto regalarci uno di quei bei drammi di una volta toccanti ed incisivi.

Ancora nessun voto, perché non inizi tu?
Please wait...

Cosa ne pensi?

0 points
Upvote Downvote

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando…

COMMENTI

Il giustiziere della notte (2018)

Il giustiziere della notte – Trailer Italiano Ufficiale

Mazinga Z Infinity

Mazinga Z Infinity