in ,

Il peggior Natale della mia vita

Il peggior Natale della mia vitaDopo il clamoroso quanto inatteso successo de La peggior settimana della mia vita, il bravo Alessandro Genovesi ricompone la stessa squadra e la manda in vacanza in un bellissimo castello nei pressi del Monte Rosa, dove fra tormente di neve e pargoli in attesa, irrompe come una furia con la sua nuova minicar uno dei più grandi cataclismi visti al cinema negli ultimi anni, ovvero il distruttivo Paolo di Fabio De Luigi. Per chi ha già avuto modo di conoscere i personaggi nel film precedente, non sarà difficile immedesimarsi nelle loro paure quando viene proposto una vacanza natalizia in un castello di proprietà di Alberto Caccia, grande amico nonchè diretto superiore di Giorgio, al cospetto del quale si spera di non fare figure talmente infime da raccontare ai posteri con vergogna: nel frattempo Margherita è prossima al parto e pur accettando la vacanza, non vuole rinunciare al suo desiderio di partorire in acqua, toccherà a Paolo trasportare una piscina in scatola di montaggio a bordo di una piccola minicar, non avendo ancora preso la patente. Ma il suo arrivo tra mille difficoltà avrà il solito impatto pieno di distruzione e figure assurde, al cospetto anche di Benedetta, storica amica del cuore di Margherita anch’ella in procinto di mettere al mondo un bambino: basterà l’atmosfera carica di luci natalizie a far passare in secondo piano i disastri di Paolo? La risposta vi aspetta al cinema, nelle migliori sale da fine novembre in poi.

La più grande sciagura della recente cinematografia italiana? Si chiama Paolo, ha le fattezze di Fabio De Luigi e dopo aver sconvolto la vita dei suoceri nel 2011 con La peggior settimana della mia vita continua a mietere disastri nel castello valdostano di un amico di famiglia. Troviamo infatti la dolce Margherita (Cristiana Capotondi) prossima al parto ed in preda ad attacchi continui di fame e pianto, assieme a tutta la famiglia ospiti nel castello di Alberto Caccia (Diego Abatantuono), ricco industriale vecchio amico di famiglia nonché diretto superiore di Giorgio (Antonio Catania), una magione splendida e lussuosa addobbata con maniacale perfezione dal padrone di casa, che vive assieme alla bella figlia Benedetta (Laura Chiatti) ed al fidato domestico Pino (Dino Abbrescia): Paolo arriverà dopo, ha comprato una nuova minicar e preferisce fare il viaggio in macchina, dove inizierà la sua lunga catena di disastri distruggendo l’entrata del bar di un paese vicino. Nel castello dei Caccia, nonostante le raccomandazioni dei suoceri, Paolo si presenta rovinando il pranzo di Natale dopo aver scambiato la ceramica del tacchino per il water del bagno e provocando la rovinosa caduta del padrone di casa, continuerà il giorno dopo uccidendo il cocorito di casa ed interpretando male una telefonata del titolare delle pompe funebri locali annunciando a tutti la presunta morte di Alberto, la fine dei disastri coinciderà con l’arrivo della notte di Natale, quando Margherita sarà pronta per partorire. Continuando a perseguire un racconto leggero dove la comicità è più legata alle situazioni che non ad un particolare canovaccio, il regista Alessandro Genovesi è riuscito a creare un altro film di sicuro successo, una commedia natalizia che si discosta dalla volgarità tipica del cinepanettone e ci rimanda a certi prodotti anglosassoni di qualche tempo fa che guardiamo sempre con molto piacere. Traendo spunto oltre che da una pieces teatrale anche dalla serie TV ad essa ispirata, non è detto che Alessandro Genovesi non decida di riproporci a breve le nuove tragicomiche avventure di Paolo e della sua disperata famiglia, il successo dei primi capitoli ci spinge a pensare positivamente a patto che si riesca a lavorare di sceneggiatura per non appesantire troppo i personaggi: nel frattempo prima che il protagonista distrugga le sale andate al cinema e godetevi questo spettacolo, un pò di sane risate fra neve e luci colorate vi porteranno di sicuro una buona dose di buonumore.

[alert variation=”alert-info”]INFO:
Questo non è lo streaming de Il peggior Natale della mia vita. Condividere link per scaricare film è illegale. Questo sito non è stato pensato per scaricare film, scriviamo solo recensioni.[/alert]

No votes yet.
Please wait...
Giacomo Rigano

Scritto da Giacomo Rigano

Giro il web dagli inizi degli anni ‘90, non ricordo la data esatta, posso solo dire che i modem erano maledettamente lenti e Google era in un garage.

Cosa ne pensi?

0 points
Upvote Downvote

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando…

COMMENTI

The amazing Spider-Man

Gladiatori di Roma