in , ,

The Boy

Se fossi in voi un occhio a The Boy del 2016 lo getterei volentieri.

La pellicola di William Brent Bell non è il film che tramanderemo ai posteri, probabilmente a fine stagione verremo premiati con qualche sorpresa, nel frattempo però io se fossi in voi un occhio a The Boy del 2016 lo getterei volentieri.

  1. Sveglialo
  2. Lavalo
  3. Vestilo
  4. Nutrilo
  5. Cantagli una canzone
  6. Fallo studiare
  7. Leggigli una favola
  8. Non coprirgli mai il viso
  9. Dagli la buona notte
  10. Non lasciarlo mai da solo

The Boy (film) - PosterOgni famiglia ha le sue regole, queste sono quelle che gli Heelshire impongono al proprio figlio di otto anni Brahms e che pretendono di far seguire alla lettera anche alla nuova “tata” Greta, soprattutto in quelle due settimane in cui loro saranno via: peccato soltanto che Brahms non sia un bimbo in carne ed ossa ma un’inquietante bambola di porcellana che i due anziani coniugi persi nella più oscura campagna inglese trattano alla stessa stregua di un figlio vero.

Giunta fin lì direttamente dall’America per dimenticare una storia finita male, la bella Greta dapprima prende le regole sopracitate come il delirio da demenza senile di due poveri vecchietti un po’ fuori dal mondo (ed anche di testa), ma una volta rimasta sola con Brahms, la ragazza si rende conto che c’è qualcosa di spaventoso in quella magione e viene fuori ogni volta che disattende una di quelle “direttive”: così aiutata dal fattorino Malcom, Greta scoprirà che dietro quella maschera si nasconde una storia terribile legata al passato, quando Brahms era un bambino vero e scomparve fra le fiamme del suo appartamento dopo aver spaccato la testa ad una coetanea.

The Boy (film)

William Brent Bell non è mai stato un fenomeno dietro la macchina da presa, dopo un esordio interessante (Stay Alive) si è perso dietro horror senza mordente lenti e retorici (L’altra faccia del diavolo): The Boy nel suo insieme è una sorta di citazione continua, è un film che scopiazza tutto il meglio (ed il peggio) degli horror delle ultime stagioni, e nel gioco delle contaminazioni alla fine si rivela ai nostri occhi come una sorta di thriller surreale già visto.

Bell dirige senza nessun virtuosismo di sorta, senza particolare passione ed in maniera quasi scolastica, la sceneggiatura ci presenta una trama ricca di non-sense (come ci finisce una ragazzotta americana nel cuore della campagna inglese?) ma non prendete comunque The Boy sottogamba, perché riesce comunque a fare il suo sporco lavoro, regalando sussulti e paure, colpi di scena, atmosfere pesanti, una trama facilmente intuibile ma comunque coinvolgente.

The Boy (film)

Bell lavora bene dove aveva peccato fino ad oggi, mettendo insieme tanti piccoli pezzi sconclusionati che uniti fanno il loro dovere: Brahms sembra una copia incravattata di Annabelle, Greta è un personaggio incompleto sulle cui sfaccettature si poteva lavorare un po’ di più, Malcom è solo contorno, ma un certo tipo di inquadrature, un montaggio decente, un accompagnamento musicale azzeccato in pieno dal Bear McCreary di The Walking Dead, ci consegnano una pellicola paurosa quanto basta, con una giusta dose di pathos e tensione, e volendo essere sinceri, con delle ottime prove interpretative a supporto che non guastano mai, soprattutto da parte del cast femminile (Lauren Cohan e Diana Hardcastle).

The Boy (film)

Non fosse uscito “soltanto” nella seconda settimana di Civil War, probabilmente The Boy avrebbe debuttato a sorpresa al primo posto del Box Office italiano, perché gli appassionati di genere sono stati orfani da troppo tempo di un titolo decente, la pellicola di William Brent Bell non è il film che tramanderemo ai posteri, a fine stagione abbiamo poi avuto qualche sorpresa, nel frattempo però io se fossi in voi un occhio a The Boy lo getterei volentieri e se il bambolotto in questione non dovesse stuzzicare particolarmente le vostre paure, potreste sempre farvene regalare uno.

Voto: 5.0. (2 voti)
Please wait...

Scritto da Ciccio Mangiò

Ciccio Mangiò

Tecnico autodidatta dell'ANAS con tendenze alla critica cinematografica ed alla panza di birra, esperto di tutto, di niente e papà a tempo pieno.

Cosa ne pensi?

0 points
Upvote Downvote

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando…

COMMENTI

Veleno (film)

Veleno

L'equilibrio (film)

L’equilibrio